Ammalarsi di meno e Motivarsi di più ?

better selfE’ stupefacente come il pensiero sia in grado di controllare la fisiologia. Nei miei studi in Psico Neuro Endocrino Immunologia ho avuto il piacere di approfondire centinaia di ricerche che avallano scientificamente come il nostro stato mentale influenzi la nostra salute. Ritengo di aver letto solo la punta dell’iceberg e sono appassionatamente incuriosito dai lavori che stanno ogni giorno pubblicando i maggiori centri di ricerca del mondo.

Parlando di motivazione e salute queste sono alcune piccole perle nel grande mare della ricerca.

In uno studio del 2010 i ricercatori dimostrarono come aumentare l’ottimismo di un gruppo di persone e la fiducia nel raggiungere i propri sogni futuri, semplicemente pensando per un minuto alla migliore immagine di Sè che si desiderava raggiungere. Essere positivi nel considerare i traguardi futuri portava i soggetti ad essere anche molto più sicuri nelle loro stesse capacità di raggiungerli.

In un lavoro successivo si chiese al gruppo dei partecipanti di dedicare 20 minuti al giorno, per quattro giorni consecutivi, e scrivere con dovizia di particolari la loro immagine futura migliore. Questo esperimento dimostrò che, nelle tre settimane successive, i soggetti erano più ottimisti e in uno stato di benessere maggiore rispetto al gruppo di controllo, ma soprattutto che nei successivi cinque mesi si ammalarono sensibilmente di meno.

Una variante successiva di quest’esperimento, condotta da Sheldon e Lyubomirsky, introdusse anche un esercizio di visualizzazione oltre al compito di annotazione di tutti i dettagli della propria immagine positiva futura. I soggetti di questo gruppo di ricerca, nelle quattro settimane successive, evidenziarono chiaramente una spiccata motivazione e focus nei confronti di tutti i dettagli relativi a ciò che si era scritto e visualizzato nel’esperimento. Erano più proattivi e appunto motivati all’azione.

Cosa ci dicono queste ricerche ?

Visualizzare e scrivere della propria immagine futura positiva di sé è un catalizzatore di cambiamento molto forte, ci aiuta a superare le convinzioni limitanti, aumenta la motivazione personale, aumenta il focus, stimola il “Sistema di Attivazione Reticolare“* e rafforza il sistema immunitario dell’organismo.

Cosa fare quindi ?

Per quattro giorni consecutivi dedica 20 minuti del tuo tempo a scrivere e a visualizzare la tua immagine futura migliore. Cerca di evitare le negazioni, concentrati su ciò che vuoi ottenere. E’ un esercizio basic molto semplice.

Dr. Mattia Pastrello M.D.

 

 

*SAR: Sistema di attivazione reticolare, anche detto Sistema reticolare attivatore ascendente, è un’area del nostro cervello che si occupa di amplificare e diffondere le informazioni riguardanti le variazioni delle condizioni ambientali e favorire l’elaborazione da parte delle strutture corticali e sottocorticali. Questi circuiti neurali sembrano costituire la base neuroanatomica almeno di alcune delle funzioni dell’attenzione. Il SAR stimola la veglia e allerta il cervello, è il filo conduttore tra pensieri, stati d’animo, sistema percettivo, muscoli, organi interni. Molto semplicemente è un sistema neurofisiologico collegato all’attenzione selettiva per alcuni stimoli che noi stessi abbiamo eccitato. Ci permette di vedere i dettagli che cerchiamo e trovare le soluzioni ai problemi molto più velocemente. Nel nostro caso (esperimenti descritti) gli esercizi di elaborazione creativa, scrittura, visualizzazione pongono i soggetti in uno stato di attenzione focalizzata che attiva il SAR.

 

  • Peterson, Chris & Seligman, Martin. (2004). Character Strengths and Virtues: A Handbook of Classification. Oxford University Press.
  • Sheldon, K.M. & Lyubomirsky, S. (2006) How to increase and sustain positive emotion: The effects of expressing gratitude and visualising best possible selves. Journal of Positive Psychology.
  • Peters, M.L., Flink, I.K., Boersma, K. & Linton, S.J. (2010). Manipulating optimism: Can imagining a best possible self be used to increase positive future expectancies? Journal of Positive Psychology.
  • Layous, K., Nelson, S.K., & Lyubomirsky, S. (2012). What is the optimal way to deliver a positive activity intervention? The case of writing about one’s best possible selves. Journal of Happiness Studies.
  • King, L. A. (2001). The health benefits of writing about life goals. Personality and Social Psychology Bulletin.
  • http://www.dominican.edu/dominicannews/study-backs-up-strategies-for-achieving-goals